Home / Psicoemergenza / Gestione dell’ansia: cos’è e come riuscire a sopraffarla

Gestione dell’ansia: cos’è e come riuscire a sopraffarla

Gestione dell’ansia: cos’è e come riuscire a sopraffarla

Che cos’è l’ansia? l’ansia è un’emozione naturale, utile di per sè all’adattamento.

L’ansia è un'”alleata” nel momento in cui l’essere umano si ritrova ad affrontare una determinata prova, una situazione in cui è necessaria una notevole dose di attenzione e concentrazione.

Se dosata, è buona, ma nella maggior parte dei casi, quando è eccessiva può bloccare l’individuo, trasformandosi in panico diventando patologica.

Torna quindi utile trovare la propria strategia per riuscire in una corretta gestione dell’ansia.

Non è altro che uno stato psicologico sperimentato quando ci si sente esposti ad una minaccia più o meno imminente e grave.

L‘ansia non è generata dall’evento in sé, ma da tutti quei castelli che ci facciamo su quello che sta accadendo o che accadrà.

Ansia e paura, simili ma diverse

Queste due emozioni sono simili nella loro manifestazione fisiologica attraverso sintomi fisici come tachicardia, respirazione affannosa, sudorazione, senso di nodo alla gola, ecc…).

Entrambe consistono nella reazione ad una minaccia, ma differiscono perché:

  • La paura è una reazione emotiva ad un pericolo reale;
  • L’ansia è una reazione emotiva ad un pericolo percepito.

Da cosa deriva l’ansia?

Il primo passo per la gestione dell’ansia è essere consapevoli che questa emozione può derivare da:

  • Non riuscire a prevedere l’esito della situazione, o dal non prevedere un esito favorevole, lasciando il posto a fantasie catastrofiche;
  • Non sentirsi all’altezza di una certa situazione  o credere di non esserlo ignorando le proprie risorse e capacità;
  • Temere le reazioni altrui come conseguenza di un determinato esito;
  • Temere di non saper gestire un esito favorevole;
  • E molto altro ancora…

La gestione dell’ansia: il problem solving

Un modo per contenere e gestire l’ansia è il problem solving, il quale si articola in 4 fasi:

FASE 1: identificare il problema e l’obiettivo

  • Definizione dell’obiettivo
  • Analisi degli ostacoli

FASE 2: generare le possibili soluzioni

  • Messa a fuoco delle idee possibili (brain storming)
  • Selezione delle idee migliori

FASE 3: scegliere, valutare e pianificare la soluzione

  • Valutazione della fattibilità e delle conseguenze delle possibili soluzioni
  • Scelta della soluzione
  • Pianificazione delle risorse per l’attuazione della soluzione scelta

FASE 4 Attuazione della soluzione

  • Esecuzione della soluzione
  • Verifica della soluzione attuata

Con questo metodo di problem solving, possiamo contenere le fantasie negative su “cosa accadrà se…” attivando in modo concreto ed efficace le nostre competenze adulte di analisi della realtà, delle nostre risorse e della possibilità di superare con successo le eventuali difficoltà.

Intrernational Online University, in collaborazione con PsicoEmergenza, parlerà di gestione dell’ansia e di altri argomenti per mettere a disposizione di chi opera all’interno delle Forze Armate, delle Aziende e della Pubblica Amministrazione, dei corsi organizzati da professionisti per affrontare delle tematiche delicate e di fondamentale importanza.

RICHIEDI SUBITO INFORMAZIONI:

scopri-di-piu

Riguardo A admin

Guarda anche

diventare agenti di polizia locale

Agente di polizia locale: perché scegliere questa strada?

Agente di polizia locale: perché scegliere questa strada? Se qualcuno tra di voi, avesse intenzione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *