Home / Corsi online / Professioni / Vuoi diventare pasticcere? segui le 10 regole di iginio Massari

Vuoi diventare pasticcere? segui le 10 regole di iginio Massari

Vuoi diventare pasticcere? segui le 10 regole di iginio Massari

La pasticceria è un’arte, per diventare pasticcere servono tecnica, cura nei dettagli, fantasia e una smisurata passione.

Lo sa bene Iginio Massari, maestro pasticcere, vincitore di oltre 300 concorsi, premi e riconoscimenti nazionali e internazionali del settore, coach della squadra azzurra composta da Emmanuele Forcone, Francesco Boccia e Fabrizio Donatone, che quest’anno ha vinto la prestigiosa Coupe du Monde de la Patisserie di Lione.

Iginio Massari

Ecco le 10 regole di questo grande maestro per diventare pasticcere di grande qualità:

  1. Il pasticciere deve conoscere e coltivare la tradizione dolciaria, deve trarre spunto da essa per elaborare proposte che sappiano stimolare i desideri sempre nuovi dei propri clienti.
  2. Il pasticciere studia e si aggiorna, contribuendo allo sviluppo della professione. Vede le innovazioni – dei prodotti, delle attrezzature e dei metodi di lavoro – non come una sconfitta della tradizione o come una minaccia, ma come un’opportunità concreta da valutare. Lo studio è lo stimolo per la crescita.
  3. Il pasticciere vede un altro collega non come un potenziale concorrente, ma come una persona con la quale condivide una professione e una passione.
  4. Il pasticciere deve lavorare in condizioni di assoluta igienicità e utilizzare materie prime sane e di prima qualità. L’obiettivo è procurare grande benessere e allegria ai propri clienti, visto che la felicità passa anche attraverso le strade dei dolci.
  5. La ricerca della qualità deve essere continua. Molti dicono che la qualità assoluta non esiste: queste persone sono coloro che non si sono mai impegnate veramente nello studio ingegneristico della gola.
  6. Compito del pasticciere di successo è quello di educare il proprio cliente a riconoscere la qualità. Deve saper promuovere il frutto del proprio lavoro, valorizzando gli aspetti di eccellenza delle creazioni artigianali.
  7. Il pasticciere artigiano di oggi deve essere anche un bravo imprenditore, deve saper perfezionare ogni giorno il proprio lavoro, deve conoscere e applicare le tecniche di promozione e di gestione proficua della propria attività.
  8. Il pasticciere appartiene al settore professionale della gastronomia e quindi deve essere sempre attento, come un detective che non si lascia sfuggire le più spericolate mode e le nuove tendenze della società.
  9. L’obiettivo primario del pasticciere resta sempre e comunque quello di promuovere la tradizione attraverso la creatività, garantendo un prodotto eccellente ottenuto con materie prime di alta qualità e processi di lavorazione all’avanguardia. Un bravo pasticciere domina la materia e non ne viene dominato. Oggi, in questo campo, i più sono dominati.
  10. Dobbiamo ricordare che la soddisfazione è l’inizio del crollo professionale. Esiste in noi un’energia vitale che ci spinge a una sana autocritica. È soddisfatto solo chi non vuole più progredire.

Se è questa la strada che desideri intraprendere, International Online University ti propone il corso professionale per diventare pasticcere, rivolto a quanti, mossi da una forte passione per il mondo della pasticceria, intendono acquisire le conoscenze teoriche e le competenze pratiche necessarie per diventare dei veri professionisti del settore.

SCOPRI IL CORSO PER DIVENTARE PASTICCERE CON CARMEN VECCHIONE:

corso pasticciere professionale

Save

Save

Save

Riguardo A admin

Guarda anche

come gestire le emozioni nel lavoro

Come riuscire a gestire le emozioni nel lavoro?

Come riuscire a gestire le emozioni nel lavoro? Siamo umani, è normale provare emozioni e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *